Nell’era dei social network anche le informazioni di bombardamenti passano su Twitter. L’esercito di Israele, in questi giorni di tensioni e morte, ha un profilo che viene continuamente aggiornato. L’ultimo riguarda un attacco di cui vengono mostate le immagini caricate su Youtube. Sul profilo era stato possibile sentire anche l’audio della telefonata che annunciava a una famiglia palestinese che da lì a 5 minuti sarebbe partito un attacco (ascolta l’audio).  Uno degli ultimi tweet l’Idf comunica che nelle ultime tre ore quattro razzi provenienti da Gaza sono stati intercettati da Iron Dome nel sud del paese: “In the past 3 hours 4 rockets fired from Gaza have been intercepted by Iron Dome above southern Israel”. 

L’esercito ha cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti del paese della stella di Davide con una campagna che mostra come la stragrande maggioranza del territorio possa essere colpito dagli attacchi di Hamas. “Il 70% degli israeliani vive nel raggio di gittata dei razzi di Hamas. Equivale a 224 milioni di americani, 42,7 milioni di italiani, 44,8 milioni di francesi, 45 milioni di britannici. Cosa fareste voi?”.

 

 

“Immaginate: i terroristi di Hamas attaccano il 70% della popolazione del vostro Paese. Questa è la realtà di Israele”, recita il tweet che accompagna l’immagine postata. Sul profilo vengono postati video e foto dei bombardamenti, spiegando quali obiettivi sono stati colpiti.