Accompagnano i figli a scuola e poi volano all’estero per una riunione. Le storie e le acrobazie delle donne che hanno raggiunto i posti di comando senza sacrificare la famiglia. Negli ultimi sei anni le donne che si sono fatte largo nelle imprese, nelle università, nelle professioni sono aumentate del 15%. Ormai occupano il 14,5% dei posti di comando (anche se restiamo indietro rispetto al 33% del resto d’Europa). Non solo: tra i super manager under 34 le donne sono il 5%, contro il 2% dei colleghi maschi. Ma la vita delle donne che lavorano – a tutti i livelli – è ancora dura: la maternità è ancora penalizzata. Gli stipendi, a parità di lavoro, sono inferiori. Le regole e i ritmi sono sempre dettati dagli uomini. C’è ancora molto da fare. E il sociologo De Masi raccomanda: “Non comportatevi come maschi. Fate valere le vostre doti femminili”.

STORIE, REPORTAGE, APPROFONDIMENTI SUL NUMERO IN EDICOLA IL 14 LUGLIO  

Il timone del giornale visto da Max Paiella: