Forza Italia si è ritrovata a Roma nella splendida Casina di Macchia Madama, villa storica della capitale in un parco di 2 mila metri quadrati, zona Monte Mario, con l’obiettivo di raccogliere fondi per il partito. Alla cena presenti politici azzurri, imprenditori, lobbisti e i padroni di casa: Silvio Berlusconi e Francesca Pascale che hanno intrattenuto gli ospiti. Ma per partecipare bisognava pagare 1.000 euro. “Una serata con i nostri elettori per raccogliere risorse vista l’abolizione del finanziamento pubblico” spiega Mariastella Gelmini, deputata azzurra. “Io vado a vedere di cosa si tratta, ma non verso assolutamente niente, vengo come osservatore esterno” spiega l’imprenditore Pietro Di Lorenzo. “Io non ho pagato nulla” è il refrain della serata, in molti, ai microfoni de ilfattoquotidiano.it, si dicono invitati non paganti. Così come l’ex deputato Mario Pescante: “Io non ho dato il contributo”. Anche Barbara Mezzaroma, appartenente ad una nota famiglia di costruttori romani, è tra le invitate, ma spiega che non verserà niente per partecipare alla serata. C’è chi poi racconta: “Mi hanno chiamato e chiesto se volevo partecipare ad una cena, ovviamente gratuitamente e sono venuto”. Una militante ha, invece, pagato e chiosa: “Io ho versato il contributo, gli altri si saranno imboscati”  di Nello Trocchia