In attesa dell’arrivo delle armi siriane, sono iniziate, all’alba del 1 luglio, le operazioni al porto di Gioia Tauro dove è giunta la nave laboratorio americana “Cape Ray“. Da alcuni mesi attraccata in Spagna, si tratta del battello dove sarà trasferito l’arsenale di Assad che arriverà in Calabria domani mattina alle 4.  Le 570 tonnellate di agenti chimici sono ancora in viaggio a bordo del natante danese “Ark Futura“. La “Cape Ray” è equipaggiata con il Field deployable hydrolysis system, due reattori portatili in titanio che neutralizzeranno i gas tossici. Le operazioni si concluderanno probabilmente entro il 3 luglio   di Lucio Musolino