Nel gruppo C, quello che s’incrocia agli ottavi di finale nel gruppo D dell’Italia, i giochi non sono ancora chiusi. Tutte e quattro le squadre del girone, Colombia, Costa d’Avorio, Giappone e Grecia, hanno qualcosa da giocarsi nell’ultima giornata della fase a gironi. I Blue Samurai a caccia del miracolo contro i Cafeteros, mentre Drogba e soci sono ancora in corsa per il primo posto contro gli ellenici.

Ma vediamo quali sono i possibili scenari, partendo dalla sfida di Cuiabà fra la selezione nipponica guidata da Zaccheroni e la Colombia di Josè Pekerman. Nonostante il cammino deludente nel Mondiale (un pareggio ed una sconfitta finora) e gli evidenti passi indietro nel gioco rispetto al ritmo spumeggiante fatto vedere nella scorsa Confederations Cup, Honda e compagni sono ancora in corsa per passare il turno. Anche se quella dei Blue Samurai sembra essere una missione impossibile: serve vincere con almeno due gol di scarto contro la Colombia e sperare che la Costa d’Avorio, impegnata a Fortaleze ed attualmente seconda nel girone, non vada oltre il pari contro la Grecia di Fernando Santos, quest’ultima ferma ad un punto. In quel caso la differenza rete premierebbe la Nazionale del Sol Levante.

Difficilissimo, anche perchè Drogba e compagni non solo devono ancora qualificarsi, ma possono anche chiudere primi nel girone in caso di vittoria contro la Grecia, quasi spacciata vista la differenza reti in passivo, e largo ko della Colombia col Giappone. Ovviamente, chi ha dalla propria parte tutti i vantaggi del caso è proprio la squadra di Pekerman: i sudamericani scenderanno in campo alle 22, già sapendo i verdetti del Gruppo D, e potranno di fatto “scegliersi” l’avversario da affrontare agli ottavi. Certo, finire con un percorso netto la fase a gironi sarebbe una grossa iniezione di fiducia per i Cafeteros, che vogliono superare lo scoglio degli ottavi, miglior risultato nella loro storia ai Mondiali, raggiunti in precedenza solamente a Italia ’90.