In casa Argentina non sono ore serene quelle che precedono il debutto al Mondiale: l’esclusione di Tevez dai convocati continua a tenere banco e stasera a mezzanotte c’è l’ostica Bosnia. A gettare ulteriore benzina sul fuoco ci ha pensato Messi, smentendo indirettamente la voce di un litigio tra lui e l’Apache come possibile causa dell’esclusione: “Tevez mi manca“, ha dichiarato la Pulce, sulle cui spalle graveranno le sorti della sua Nazionale.

Messi unico leader ed un commissario tecnico, Alejandro Sabella, sempre più nel mirino della critica: “Non ho alcun problema con Leo, non portarmi al Mondiale è stata una decisione presa esclusivamente dall’allenatore”, ha più volte ripetuto Tevez. Come se non bastasse, il ct dell’Argentina pare intenzionato a voler scendere in campo al debutto in Brasile con una formazione particolarmente coperta.

Secondo le ultime news dal ritiro,  Sabella dovrebbe optare per 5-3-2 con gli esterni di difesa pronti ad alzarsi, Di Maria nella linea dei centrocampisti e Messi-Aguero tandem offensivo. Higuain in panchina dunque, un’ulteriore scelta non particolarmente gradita ai supporters della Selecciòn. Alla fine – come sempre – parlerà il campo: l’Argentina parte tra le favorite e una vittoria all’esordio scaccerebbe tutti i fantasmi. Un risultato negativo, però, potrebbe tramutarsi in un devastante detonatore di malumori.