Prima direzione del Partito Democratico dopo il 40 per cento dei voti ottenuti alle elezioni europee. “Adesso tutti saltano sul carro dei vincitori – dice Pippo Civati, da sempre critico nei confronti di Matteo Renzi – ma i posti sono finiti e ora bisogna pagare il biglietto”. L’ex segretario Pier Luigi Bersani: “Non siamo una caserma, è giusto che nel partito restino le voci critiche”. Come Alfredo D’Attorre che resta “anti-renziano”. E la famosa foto che lo ritrae assieme a Renzi la sera del risultato elettorale minimizza: “Lo ha chiesto lui, non ci vedo niente di male”  di Annalisa Ausilio