Io vengo dal Trentino Alto Adige, purtroppo si sa che a Reggio Calabria l’ambiente è quello che è. Se vado lì, mi incontra uno, mi stringe la mano, mi fa una fotografia, questo sarebbe il concorso esterno in associazione mafiosa? Reato che non esiste peraltro”. Sono le parole di Michaela Biancofiore, deputato di Forza Italia, che si rende protagonista di un vivace botta e risposta con Peter Gomez, durante “Piazzapulita”, su La7. Casus belli: la latitanza di Amedeo Matacena, sul quale la parlamentare puntualizza, polemizzando con il conduttore Corrado Formigli: “Matacena non è mai stato un mio collega di partito”. Il direttore de ilfattoquotidiano.it commenta l’intervista esclusiva concessa dall’ex parlamentare del Pdl a Francesca Biagiotti e ribatte alla Biancofiore: “Matacena, in una intervista, autorizzava il suo diritto ad avere rapporti con uomini delle cosche, sapendo che erano tali”. E aggiunge: “Mi ha molto colpito una dichiarazione recente di Berlusconi, che a Telelombardia ha detto: ‘Non capisco come possa essere arrestato un ex ministro degli Interni (Claudio Scajola, ndr), solo perché ha cercato di trasferire un amico che era già latitante’. Fa riflettere la prospettiva che Berlusconi ha della giustizia, mi ricorda molto la giustizia per i pari, i conti e i baroni”. Il giornalista poi ha un confronto serrato con la pasionaria dei Forza Italia sul caso Dell’Utri