La Boldrini? E’ una stronza, ha un comportamento politico da stronza. E’ ubriaca di potere. Altro che Schultz, è lei che fa il kapò qui in Italia“. E’ un fiume in piena Gianluca Buonanno, il deputato della Lega Nord sospeso per dodici giorni dalla Camera dei deputati dopo aver brandito una spigola in Aula il primo aprile scorso. Ospite de “La Zanzara”, su Radio 24, l’ex sindaco di Varallo accusa: “Se la Boldrini è democratica, Fidel Castro è l’essenza della democrazia. Deve andare in Nord Corea a far il presidente della Camera, si troverebbe bene“. E puntualizza: “Sono orgoglioso e contento di questa punizione, è come una medaglia al valore. Se tornassi indietro, lo rifarei. Mi fa ridere il fatto che in Parlamento ci sono persone in odore di mafia o delinquenti o condannati in primo e secondo grado, mentre io vengo trattato come un supercriminale“. Il parlamentare rincara: “La Boldrini mi aveva aveva già detto che me l’avrebbe fatta pagare con una punizione esemplare. E’ prevenuta verso di me e la Lega, perché siamo contro i clandestini. Altri che fan di peggio in Aula non li tocca affatto, fa finta di niente. Se lei vuole difendere i clandestini, se li porti a casa sua“. E osserva: “Se leggete il comunicato in cui è scritta la deliberazione di questa punizione, vedrete che c’è addirittura il timbro con la dicitura “la presidente della Camera”. Ridicolo. Già in estate avevo fatto notare che ha voluto far rifare tutta la carta intestata per un vezzo. E fa capire che persona è: molto d’immagine. Si fa fotografare con il vecchietto e con gli immigrati, va a parlare a Marzabotto e poi fa rifare la carta intestata“. Buonanno rincara: “Io ho portato la spigola per dire che la Boldrini mangia la spigola e intanto difende i clandestini ma non pensa agli italiani. Ha camerieri e maggiordomi, ha la scorta, va da Mandela e si porta il moroso sull’aereo di Stato e viene a fare la morale a noi? ‘Sti radical chic comunisti parlano tanto e hanno il portafoglio pieno”. Il deputato del Carroccio ha un duro scontro verbale con il conduttore David Parenzo, che ironizza sulla spigola e lo accusa: “Ti manca il naso rosso da pagliaccio del circo ormai”. “Tu hai le orecchie da asino” – replica Buonanno – “Prendo un pesce spada e te lo infilo come supposta“. Caustico anche il commento su Marco Pannella: “Si mette a fumare il sigaro in ospedale dopo tutto quello che ha detto e che ha fatto. E lo chiama addirittura il Papa. Roba da matti, questo è un Paese tutto al contrario. Se gli scioperi fossero veri, per quanti ne ha fatti non sarebbe più su questa terra, sarebbe morto” di Gisella Ruccia