Sondaggi elettorali a un mese dalle Europee: il M5S è il secondo partito in Italia con il 24,4% dei consensi e 20 deputati, alle spalle del Pd al 32% (27 seggi). Sono queste le previsioni sul risultato italiano delle elezioni del 25 maggio pubblicate oggi da PollWatch, basate su sondaggi nazionali corretti secondo la metodologia di esperti della London School of Economics e del Trinity College. Per la prima volta Forza Italia va sotto il 20% (19,9% e 16 eletti). Ncd è dato al 5,7% (5 deputati), la Lega Nord al 5,2% (4). Sotto la soglia: Altra EuropaFdi e Scelta Europea. SkyTg24 ha inoltre pubblicato le tabelle con una media dei sondaggi dei tre principali partiti dal 16 al 22 aprile: in testa il Pd col 33,8% dei consensi, seguito da M5s al 23,8 e Forza Italia al 18,6. 

Elezioni EuropeePopolari in vantaggio – anche se in lieve calo – sui socialisti nelle previsioni di PollWatch, basate su sondaggi nazionali corretti secondo la metodologia di tre professori della London School of Economics del Trinity College di Dublino, pubblicate oggi. 217 i seggi attribuiti al Ppe (222 una settimana fa), 208 quelli per gli S&D (209). La coalizione anti-euro e anti-immigrazione lanciata da Marine Le Pen con il Pvv olandese e la Lega Nord è data a 35 seggi (38 la settimana scorsa).

Secondo la nota dei politologi Kevin Cunningham e Simon Hix, il calo dei popolari in vista delle elezioni europee è dovuto al “leggero” scivolamento dei consensi in Francia, Finlandia e Polonia. La differenza di appena 9 seggi tra Ppe e S&D (socialisti e democratici), avvertono, indica che la situazione può ancora ribaltarsi, visto il margine d’errore dello strumento e viste le fluttuazione nei sondaggi nazionali. Ma attualmente – avvertono Cunningham e Hix – il Ppe ha il 74% di possibilità di prevalere sullo S&D, cui viene attribuito il 26% di possibilità di tornare a essere partito di maggioranza relativa nel nuovo Europarlamento.

I liberal-democratici dell’Alde restano la terza forza del Parlamento, con 63 deputati (3 in più rispetto alla settimana scorsa), in consistente vantaggio sulla Sinistra unitaria della Gue (cui vengono attribuiti 51 eletti, 2 in meno dopo sette giorni). Tra le forze tradizionali dell’Europarlamento, Verdi e Conservatori sono dati alla pari con 41 deputati ciascuno. Tre in più in una settimana quelli per gli ecologisti, che guadagnano terreno in Spagna e Svezia. Sono 130, sul totale di 751 seggi del nuovo Europarlamento, i deputati attribuiti complessivamente da PollWatch all’area “euroscettica” di destra, in cui vengono inseriti anche i “nuovi partiti” come il Movimento 5 Stelle.

Guardando ai sondaggi nazionali, quadro stabile in Germania con la Cdu/Csu della cancelliera Merkel data al 39,5% (39 seggi) davanti ai social-democratici della Spd di Martin Schulz al 27,5%. Un seggio lo conquisterebbero i neozasiti della Npd, due i Pirati, sei gli euroscettci di Alternativa per la Germania. In Gran Bretagna ci laburisti crescono al 32,0% (erano a 31,3%), cala l’Ukip ma resta secondo al 25,3% (dal 27,3% della settimana scorsa) mentre i Conservatori perdono qualche decimale (22,7% dal 23,0%) ed i lib-dem arretrano al 7,7% (dal 9,3%) con i Verdi in robusta crescita dal 3,7% al 6,0%. Testa a testa a quattro in Olanda, con il Pvv xenofobo di Wilders alla pari al 15% con i liberali del Vvd, i lib-dem di Democraten 66 (D-66) e con i cristiano-democratici della Cda. Quinta forza sarebbe il partito socialista (11%), sesti i laburisti (8%). In Francia, i neo-gollisti dell’Ump calano al 23,2% (dal 24,3%), anche il Front National (Fn) arretra leggermente al 22,3% (da 22,7%) e resta davanti ai socialisti di Hollande al 18,8% (da 19,0%) mentre recuperano i liberali dell Md/Udi di Melenchon al 10,3% (da 8,3%).

PollWatch, sondaggi per l’Italia – Oltre a Pd, M5s e Forza Italia, all’Altra Europa con Tsipras viene attribuito il 3,7% dei voti (in crescita dal 3,1%), a Fdi il 3,6% (dal 2,9%) e a Scelta Europa (che non veniva rilevata la settimana scorsa) il 2,6%. Le previsioni di PollWatch pubblicate oggi sono basate, per quanto riguarda l’Italia, su sondaggi Techne, Datamedia e Ipsos svolti fra il 15 ed il 17 aprile. Rispetto alla settimana scorsa, il Pd scende di due deputati (da 29 a 27, con un calo percentuale dal 34,1% al 32,0%), conquistati dal Movimento 5 Stelle che passa da 18 a 20 seggi (da 21,6% a 24,4%). Forza Italia scende da 17 a 16 eletti, mentre Ncd sale da 4 a 5. La Lega Nord resta stabile a 4 eurodeputati. PollWatch inserisce il Carroccio nella alleanza anti-euro e anti-immigrazione lanciata dalla leader del Front National francese, Marine Le Pen, con l’olandese Pvv di Geert Wilders. Complessivamente tale gruppo parlamentare potrebbe contare su 35 eurodeputati grazie – oltre ai 4 della Lega – ai 20 del Front National, 4 del Pvv, 4 della Fpo austriaca, 1 dal Vlaams Belang belga, 1 dai Democratici svedese e 1 dello Sns slovacco.