“Noi pensiamo a lavorare, al bilancio del Comune, questo botta e risposta non serve a nessuno. Mi giocherò il ‘Capitan Pizza’ per una maglietta”. Il giorno dopo la tempesta, sono queste le poche parole che Federico Pizzarotti rilascia in una breve intervista a Tv Parma all’uscita dal Comune. Grillo gli risponde poche ore dopo, di prima mattina, e sceglie poche righe della canzone di Francesco Guccini “Vedi cara”: “E’ difficile spiegare, è difficile capire, se non hai capito già”. Il leader scrive solo tre frasi in risposta ad uno degli uomini simbolo del Movimento 5 Stelle, citando un testo che racconta di una separazione straziante in una coppia che non vuole arrendersi all’idea che la loro storia d’amore sia finita.

Si interrompe così il lungo silenzio delle scorse ore, con un nuovo botta e risposta. Nessun messaggio però di Pizzarotti su Facebook, nessuna altra dichiarazione in merito al post che ha fatto vacillare la sua posizione all’interno del Movimento 5 stelle. “Perché parli?” Chiedeva dal blog Beppe Grillo al sindaco di Parma chiamato “Capitan Pizza”, colpevole di aver criticato il metodo di selezione dei candidati alle Europee. Quello che è certo è che di nuovo c’è bisogno di un chiarimento tra i due, dopo quello che c’era già stato prima del discusso incontro del 15 marzo. “Ho chiesto da tempo un incontro con Grillo. È necessario vedersi di persona per chiarirsi. Sospetto anche che ci siano persone che informano male”. Sul motivo del nuovo affondo da parte di Grillo, Pizzarotti non sa darsi una spiegazione. “Non lo so – risponde alla domanda – Dovete chiederlo a loro”.

Per tutta la giornata il primo cittadino ha evitato i giornalisti e all’unico appuntamento istituzionale, l’inaugurazione di un negozio, è arrivato con il volto tirato, pochi sorrisi di circostanza e nessuna voglia di commentare ulteriormente l’accaduto. Tempo di tagliare il nastro e di salutare i convenuti, e il sindaco si è defilato da un’uscita secondaria per evitare l’assalto della stampa. Il Movimento 5 stelle di Parma intanto si è stretto intorno al sindaco per capire come agire, l’intenzione è quella di avere un momento di chiarimento con Grillo. “Chiederemo un incontro” ha confermato il presidente del consiglio Marco Vagnozzi, ma per ora non ci sono riscontri da parte dei vertici del Movimento, anche se l’ex comico nelle prossime ore passerà proprio da Parma per raggiungere Bologna per la tappa del suo tour teatrale.

Per ora nessuna apertura arriva verso la città ducale. Dal blog le frecciate verso il sindaco di Parma sono continuate anche il giorno dopo il post di “Capitan Pizza”, con un tweet indirizzato al deputato Walter Rizzetto, che martedì aveva pubblicato un fotomontaggio ironico dello scatto di Beppe Grillo con Pizzarotti, con al loro posto lui e il collega Tancredi Turco. Grillo oggi ha sostituito Turco con l’immagine di Pippo Civati, che dal Pd aveva preso le difese del sindaco parmigiano. “Pippo e Walter stanno con Capitan Pizza”, si legge nel tweet, che invece di ricucire, sembra allargare la distanza tra il fronte di Grillo e quello del primo cittadino. Rizzo ha risposto ironicamente, allegando una pizza con sopra l’immagine del leader del M5s: “Beppe Grillo, in base alla risposta della Rete (i commenti sotto al tuo tweet) ho ben più del 51 per cento dei consensi”. La tensione sul caso della Stalingrado del M5s e del suo sindaco però rimane alta. In pochi a Parma si aspettavano un’uscita del genere da parte di Grillo e ora la speranza nel gruppo consiliare cittadino è che si riesca a chiarire una volta per tutte la situazione con un confronto diretto.