Porte e ingressi bloccati all’Università di Bologna, dove lunedì mattina, i dipendenti della biblioteca dell’Ateneo di Palazzo Paleotti hanno protestato contro il taglio della busta paga. “Alcune sono passate da 1200 a 700 euro” denunciano, mostrando il dettaglio degli stipendi. Nel mirino la cooperativa emiliana Coopservice, che ha ricevuto l’appalto dall’Alma Mater per gestire il portierato, compresi alcuni servizi di multisala. “In pratica oggi – spiega Francesco Secchieri, dipendente Coopservice- alcuni di noi guadagnano 3,40 euro all’ora. Come si pagano affitto, bollette, medicine e pasti?”  di Giulia Zaccariello