I consiglieri regionali 5 Stelle si sono presentati in aula armati di spray anti-casta: risolta la questione dei vitalizi (che i consiglieri in carica già non percepiscono), resta aperta al Pirellone quella degli ex consiglieri di Regione Lombardia che continuano a intascarli. Una somma che pesa sulle casse regionali per circa 7 milioni di euro l’anno, alla quale i membri dell’associazione degli ex consiglieri difficilmente vogliono rinunciare: si tratta di soldi ottenuti spesso grazie a versamenti “irrisori”. Al tavolo sul taglio dei costi della politica, istituito a maggio 2013, i gruppi di maggioranza puntano a trovare un accordo con gli ex consiglieri basato su “un contributo volontario”: un’opzione che non convince i 5 Stelle che propongono l’abolizione totale dei vitalizi per gli ex consiglieri, o almeno “la rimodulazione su base contributiva“, in vigore per tutti i lavoratori dipendenti. Un’ipotesi che potrebbe compattare il M5S con gli altri gruppi di minoranza al Pirellone: Patto Civico e Partito Democratico  di Francesca Martelli