“A fronte di un disastro economico, i dibattiti pro o contro B. mi hanno rotto”. Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, porta a Torino il suo Basta Euro Tour, e a margine commenta con i giornalisti la possibilità che il cavaliere corra per Bruxelles: “Non me ne può fregare di meno se Berlusconi si candiderà alle europee”. “Gli faccio – continua il leghista- personalmente gli auguri perché in Italia i delinquenti sono altri”. Il segretario del Carroccio ha accolto con freddezza le prime misure del governo Renzi: ”Se i primi atti di Renzi sono di rendere omaggio alla signora Merkel o a Parigi a chiedere il permesso, si parte davvero male, male, male. Se mi metti 80 euro in busta paga, ma me li levi dal conto corrente o dal risparmio di una vita, o con la tassazione sulla casa, non c’è di che essere felici. Risparmi che sono soprattutto al nord – sottolinea Salvini – tassarli è da criminali, è una rapina e ai rapinatori si risponde da rapinatori: mazzate sulla schiena. Se uno viene sul mio conto in banca – conclude – a cercare di rapinare il 26% rischia qualcosa e l’Europa questo fa”  di Cosimo Caridi