“Sono molto soddisfatto, ho chiarito tutto”. Questo il commento del presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, subito dopo l’interrogatorio durato più di due ore al quale è stato sottoposto dai pm di Pescara, Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio, nell’ambito dell’inchiesta che lo vede indagato sui rimborsi ai gruppi regionali. I magistrati contestano al governatore 24 mila euro indebitamente percepiti tra il 2009 e il 2012. I reati ipotizzati sono peculato, truffa aggravata e falso ideologico. Nell’inchiesta è emersa anche una relazione extraconiugale di Chiodi. Ai giornalisti che l’hanno intercettato Chiodi ha ribadito che non si dimetterà Chiodi ha annunciato per domani mattina una conferenza stampa: “Lì dirò tutto il resto”  (video di Marco Manzo)