“E’ una vergogna che l’Italia si sia resa disponibile sulla pelle dei cittadini ad ospitare le armi chimiche siriane“. Ignazio Messina, segretario dell’IdV protesta con un sit-in a Montecitorio contro il ministro Bonino, che nel pomeriggio riferirà alla Camera dei Deputati, sul porto che ospiterà le armi chimiche siriane. “Non si capisce perchè nessun Paese al mondo si sia reso disponibile ad ospitare queste armi e l’Italia, all’insaputa di tutti abbia fatto la parte del commensale sciocco, cioè quello che alla fine subisce solo i danni delle operazioni vantaggiose degli altri. I porti a rischio sono La Maddalena, Augusta, Gioia Tauro. Diamo un supporto, diamo competenze tecniche ma non i nostri porti”  di Manolo Lanaro