È eco e chic. Non è lo slogan dell’ultima utilitaria in casa Fiat, ma il claim che sta prendendo l’eros, quello di un certo livello, s’intende. Facciamo la raccolta differenziata, compriamo Bio e vestiamo eco-pelle (ma solo se è cool). E allora, perché non erigere anche quella cosa amena che è la sessualità agli alti cieli dell’eco-sostenibile? In fondo, fare sesso con un ecologista convinto, un salvatore del pianeta, può essere eccitante, o no?

Di certo, l’eco-sesso eccita i francesi che hanno abbandonato l’idea del burro (che pure ha una sua aurea) a favore degli oggetti erotici ecologici. L’idea è partita dall’azienda DivineXtases, che si è messa a vendere la prima linea di sex toys interamente bio: gel afrodisiaci a composizione naturale, vibratori senza ftalati e lubrificanti a base di ingredienti rigorosamente biologici. E vanno a ruba.

Se la cosa non vi eccita neanche un po’, aspettate un attimo e sentite questa: tutti i prodotti sono commestibili, con gusti e aromi alla vaniglia-cocco, arancia-noce moscata o pesca-fragola. E allora sì. In fondo, il sesso mette appetito e che c’è di meglio che deliziare il palato con la mutandina usata di lei? O il frustino di cioccolata che hai usato per “punirla” a letto? De gustibus. Unica accortezza per le donne: il vibratore, usatelo pure per simulare una fellatio (fa sempre la sua scena) ma non state lì a consumarvi la bocca, non è uno lecca lecca…

Seguimi anche su sexandrome.it