Assalto neonazista a una manifestazione antifascista in Svezia. Il corteo, a cui hanno aderito circa 200 persone, stava attraversando le strade di Karrtop, sobborgo di Stoccolma: i cittadini stavano protestando proprio contro l’intensificarsi di iniziative neonaziste nella zona. A quel punto, è scattata l’aggressione da parte di quaranta militanti di estrema destra, che hanno lanciato bottiglie, torce e mortaretti all’indirizzo dei dimostranti.

Il portavoce della polizia svedese, Sven-Erik Olsson, ha riferito che sono stati arrestati 28 neonazisti, mentre due persone sono state ricoverate in ospedale e un poliziotto è rimasto ferito dopo essere stato colpito alle spalle da un oggetto pesante. Un gruppo neo-nazi chiamato Movimento di resistenza svedese ha rivendicato la responsabilità dell’aggressione sul proprio sito.

Le immagini trasmesse dall’emittente di Stato Svt mostrano alcune famiglie che scappano con i bambini nel passeggino, mentre alcuni mortaretti esplodono in mezzo alla folla. Si sentono le urla delle persone. Successivamente si vedono i manifestanti che si muovono verso gli aggressori cantando slogan anti nazisti e li costringono a ritirarsi.