Tutto il complesso della casa del Grande Fratello, negli studi di Cinecittà a Roma, è stato completamente distrutto da un incendio sviluppatosi nella notte. Oltre al famoso appartamento dalla porta rossa, sono bruciate, tra fiamme altissime, anche le strutture vicine adibite negli anni a spazi funzionali al programma (tugurio, stanze segrete, ecc.) e la sala che ospitava la regia del programma.

Al momento non sono note le cause dell’incendio ma c’è grande apprensione sia in ambienti della produzione del programma (Endemol) che a Mediaset, perché a gennaio dovrebbe tornare su Canale 5, dopo oltre un anno di pausa, il capostipite dei reality show, con la tredicesima edizione italiana. Sul posto, oltre ai pompieri, sono già al lavoro da questa notte anche la polizia per indagare sulle cause del rogo. Non è il primo incendio che colpisce uno dei luoghi più noti degli studi cinematografici romani negli ultimi anni. Nel luglio del 2012 andò a fuoco il famosissimo Studio 5, location dei film di Fellini e poi di numerose altre produzioni anche televisive.

Anche la polizia scientifica, oltre ai vigili del Fuoco, ha attivato indagini sul rogo: la pista dolosa non è esclusa. Dalle prime verifiche infatti sembra che il quadro e l’impianto elettrico fossero funzionanti e che un relay elettrico malfunzionante fosse stato, per questo, disattivato. La Procura di Roma ha aperto un’indagine fascicolo. Per ora il fascicolo è intestato “atti relativi a” e non ha ipotesi di reato. Il pm Eugenio Albamonte attende ora delle relazioni sull’accaduta da parte dei vigili del fuoco e della polizia scientifica.