Se Berlusconi fosse arrestato, cercherei di impedirlo col mio corpo, mettendomi tra le guardie e il presidente. Certo che lo farei. Ma lo farebbero anche tantissimi che sono vicini al presidente”. Lo afferma ai microfoni de ‘La Zanzara’, su Radio24, Vincenzo Gibiino, senatore di Forza Italia e presidente del Ferrari Club Italia, noto per essere tra i fedelissimi del Cavaliere. “Non sarei il solo a fare questo gesto” – continua – “ci sarebbero anche tutti quelli che pensano che Berlusconi abbia subito una persecuzione giudiziaria inaudita. Il Cavaliere è una delle frequentazioni che mi hanno fatto più crescere, che mi hanno riempito di più il cuore e la mente. E’ una persona veramente eccezionale. Chi lo conosce ne trae fortuna e forza nello spirito“. E sottolinea, rispondendo a Parenzo che gli chiede se l’ex premier è una specie di Buddha: “Sì, è così, fidatevi. Berlusconi emana una grande forza, ha un grande carisma. Ed è un grande uomo”. Gibiino rivela di possedere tre Ferrari, tutte sportive. “Non le uso mai nella vita di tutti i giorni. Cosa faccio con il mio stipendio di senatore? Tra spese di segreteria e di assistenti, non mi rimane quasi nulla”  di Gisella Ruccia