“L’ex premier italiano Silvio Berlusconi è stato espulso dal Senato“. La notizia della decadenza del Cavaliere fa in una manciata di minuti il giro del mondo e irrompe come “breaking news” sui siti dei principali media internazionali: dalla Bbc al Wall Street Journal, dalla tedesca Faz allo spagnolo El Pais. “Berlusconi espulso dal Senato inseguito alla condanna per frode fiscale”, titola il New York Times nella fascia in rosso dedicata alle notizia urgentissime. In Francia “Silvio Berlusconi decaduto dal suo seggio di senatore”, scrive Le Figaro nel suo “flash” mentre in Germania la notizia irrompe su tutti i principali siti: dal Die Welt al Der Spiegel, che apre con un enorme primo piano del Cavaliere titola: “Il Senato butta fuori Berlusconi”. 

“Berlusconi espulso dal Parlamento dopo la condanna”. La notizia della perdita del seggio a Palazzo Madama non irrompe solo sui quotidiani europei e nordamericani ma è in evidenza, spesso come “breaking news” anche sui siti di informazione di Asia, Sud America e Australia. 

“Berlusconi espulso dal Parlamento” recita il ‘flash’ dell’emittente panaraba Al Jazeera e pressoché identico è il titolo scelto dal Times of India che riporta la decadenza del Cavaliere come “breaking news” proprio come l’israeliano Haaretz e il quotidiano egiziano in lingua inglese Al Ahram. E la notizia vola anche in Sud America. “Il Senato italiano ha espulso Berlusconi”, è invece il titolo dell’argentino El Clarin nella fascia dedicata alle ‘urgentissime’ mentre la notizia è in apertura sull’altro principale quotidiano di Buenos Aires, La Nacion. Nel vicino Brasile “l’espulsione” dell’ex premier irrompe su Estadao e sul sito di O’Globo.

La decadenza del leader del Forza Italia sconfigge anche il fuso orario: in Australia, nonostante sia notte fonda, la notizia rimbalza su alcuni tra i principali siti d’informazione con The Australian Financial Review che scrive: “Berlusconi espulso dal Parlamento”. 

La decisione del Senato italiano rimbalza anche nella Russia dell’amico Vladimir Putin ma non come breaking news, sulla decadenza di Berlusconi: nei tg serali, il primo canale statale ha dato la notizia in coda, Rossia 24 per ora solo sul rullo delle informazioni che scorrono in basso sullo schermo. La tv in lingua inglese filo-Cremlino, Russia Today, ha ignorato per il momento la notizia. Ne fanno cenno sul loro sito le agenzie statali Itar-Tass e Ria Novosti, ma non tra le notizie più importanti, a differenza della privata Interfax. La decadenza spicca sul sito dell’autorevole quotidiano Kommersant, mentre è assente invece su quello economico-finanziario Vedomosti.