“Andiamo a Roma per protestare contro il governo delle larghe intese, contro l’austerity, ma anche per portare nella capitale la questione del biocidio che si sta consumando nella nostra terra”. Centinaia di ragazzi appartenenti ai movimenti e ai centri sociali campani sono in viaggio in queste ore verso Roma per partecipare alla mobilitazione nazionale prevista per oggi. “Rivendicheremo anche a Roma che noi l’inceneritore non lo vogliamo né a Giugliano né altrove e che il biocidio è una strage che sta colpendo la nostra regione molto più di altre”  di Andrea Postiglione