Terminata la riunione con i gruppi del Pdl, Silvio Berlusconi esce da Montecitorio senza rilasciare dichiarazioni alla stampa. E’ Fabrizio Cicchitto a parlare: “Le dimissioni dei parlamentari sono state ritirate. Berlusconi ha affermato che noi approveremo una serie di decreti e la Legge di Stabilità. Questa dichiarazione non è stata comunque accompagnata da un dato politico conseguente“, fa notare un imbarazzato Cicchitto. “Per poter fare una cosa del genere – prosegue – ci vuole un governo nella pienezza delle sue funzioni e quindi le cose son due: che i nostri ministri ritirino le loro dimissioni e viene meno il tema della fiducia, oppure noi votiamo la fiducia”. Sette giorni di fiducia ed elezioni anticipate?, viene chiesto a Cicchitto. “Tutto questo richiede una discussione politica che non è stata fatta”, rispnde lui. “Le dimissioni che noi avevamo dato – afferma invece il senatore Domenico Scillipoti – sono ferme in un cassetto e oggi è stato deciso che non andranno avanti. Di  quelle dei ministri non ne abbiamo parlato” di Manolo Lanaro