Un murales di Bros e un’asta benefica con 24 quadri realizzati dai suoi ospiti: così la Casa della Carità di don Virgino Colmegna ha chiuso l’iniziativa estiva “Regaliamoci speranza”. Le opere dipinte dai migranti durante i laboratori artistici organizzati negli ultimi mesi sono state vendute al miglior offerente, permettendo così di raccogliere fondi che serviranno a sostenere le spese della Casa in un momento in cui la domanda di solidarietà e accoglienza sta aumentando, complice una crisi sempre più aggressiva. Oltre al gallerista Jean Blanchaert, che ha introdotto le opere una per una, ospite attivo della giornata è stato Bros, writer milanese che assieme a tutti gli ospiti della Casa della Carità ha realizzato una grande e coloratissima opera sul muro esterno della sede della fondazione  di Alessandro Madron