L’Iva non aumenterà. Parola di Renato Brunetta, che assicura un intervento da parte del governo per scongiurare l’incremento, in programma a ottobre. ”A giorni ci sarà un decreto di non aumento dell’Iva con relativa copertura. Ve lo dico, è una garanzia”, afferma il capogruppo alla Camera del Pdl. “C’è l’impegno del governo e delle forze di maggioranza a non far aumentare l’Iva a ottobre. Poi nella legge di stabilità – aggiunto Brunetta – ci sarà la riforma complessiva della tassazione Iva”.

Finito da poco il tira e molla sull’abolizione dell’Imu, adesso la stessa situazione sembra riproporsi sulla imposta sul valore aggiunto. Altro grande nodo della politica economica del governo. L’aumento dell’Iva sarebbe dovuto scattare già dal primo luglio 2013. Il governo Letta, impegnatosi a scongiurarlo, a giugno era stato in grado solo di sospenderlo e rinviare la questione all’autunno. Il Pdl, però, ribadisce di voler evitare lo scatto dal 21 al 22% dell’aliquota. E come già successo per l’Imu, Brunetta anticipa le mosse del governo, assicurando che le coperture necessarie verranno trovate.

Sull’ipotesi di una manovra aggiuntiva per l’equilibrio dei conti, invece, Brunetta non si pronuncia: “Chiedete a Saccomanni, i dati li ha lui” è la risposta del capogruppo Pdl alla Camera Renato Brunetta. “E’ lui che governa il Tesoro ma mostra opacità. E Mostrare opacità – ha aggiunto a margine del Meeting della Confesercenti – non fa mai bene alla credibilità”.