La Gran Bretagna valuta un’azione legale contro la Spagna. Precipita la crisi diplomatica fra Londra e Madrid su Gibilterra, mentre questa mattina è salpata da Portsmouth la nave della discordia: la fregata Hms Westminster diretta verso il Mediterraneo e che farà scalo nelle acque dello stretto. Come ha ribadito il ministero della Difesa britannico, lo scalo a Gibilterra era stato da lungo programmato nell’ambito di una esercitazione navale che coinvolgerà altre imbarcazioni della Royal Navy. Il governo di Madrid è stato avvertito dello scalo e ha dato il suo assenso.

La tensione fra i due Paesi, però, è alle stelle.  Boris Johnson, sindaco della City, attacca il governo spagnolo chiedendo di “metter giù le mani dalla Rocca”, dopo le polemiche dei giorni scorsi. Johnson definisce il comportamento di Madrid come una “infamia” e arriva addirittura a dire che deve essere usato lo stesso spirito che Margaret Thatcher mostrò nei confronti dell’Argentina ai tempi della guerra nelle Falkland. Il sindaco afferma anche che la spedizione della Royal Navy per una esercitazione nel Mediterraneo, che prevede uno scalo a Gibilterra, deve dare un certo segnale alle autorità spagnole della determinazione britannica a “difendere la sua colonia”.

E a stretto giro di posta dalle dichiarazioni di Johnson, da Downing Street filtra la notizia che il governo britannico starebbe valutando le opzioni per una azione legale contro la Spagna sull’imposizione di controlli addizionali alla frontiera con Gibilterra. “Il primo ministro è chiaramente deluso dal fatto che la Spagna non ha rimosso i controlli addizionali alla frontiera nel fine settimana – ha affermato il portavoce di Downing Street – Ora stiamo considerando quale tipo di azione legale è possibile per noi”. “Questo sarebbe un passo senza precedenti – ha aggiunto – quindi vogliamo considerarlo con attenzione prima di prendere una decisione con cui procedere”. Lo scontro sembra dunque sempre più vicino. Anche perché la Spagna “non rinuncerà” ai controlli: lo riferisce il ministero degli Esteri spagnolo.