Non mi meraviglia che Berlusconi abbia subito tanti procedimenti penali, perché quando frequenti persone come Previti o Dell’Utri è molto probabile che ti arrivino addosso in tanti”. Sono le parole di Peter Gomez, ospite di “Virus, il contagio delle idee”, il talk show di approfondimento politico su Rai Due. Il direttore de “Il Fatto Quotidiano” spiega: “Il braccio sinistro del Cavaliere, Cesare Previti, comprava i giudici per conto del Cavaliere. E per questo è stato condannato e sbattuto fuori dal Parlamento. Il suo braccio destro, Marcello Dell’Utri” – continua – “oltre che a frodare il fisco, anche se è in attesa di sentenza, è uno che abitualmente frequentava boss mafiosi per sua ammissione. Questo è il milieu in cui nasce Silvio Berlusconi”. Il conduttore, Nicola Porro, ribatte, mostrando l’elenco dei processi in cui è coinvolto Berlusconi e sottolineando l’esistenza di inchieste sulle stragi di mafia. Ma Gomez obietta: “E’ vero o falso che Marcello Dell’Utri è stato condannato in secondo grado per fatti di mafia? E’ vero o falso che Marcello Dell’Utri è stato l’ideatore di Forza Italia? E’ vero o falso” – prosegue – “che Marcello Dell’Utri è l’uomo che ha creato il suo polmone finanziario con quella cosa geniale che è Publitalia?”. L’intervento del giornalista è accolto da applausi del pubblico, il che irrita Giuliano Ferrara: “Ma qui c’è un pubblico di sinistra. Madonna, che lagna”. Il direttore de “Il Foglio” obietta, citando i problemi della magistratura e la discesa di Antonio Ingroia in politica. “Sono assolutamente contrario candidatura dei magistrati e l’ho scritto” – replica Gomez – “Ma ci sono altri problemi prioritari in questo Paese, come l’enorme devianza delle nostre classe dirigenti politiche, industriali e finanziarie”. Nuovi applausi del pubblico in studio e conseguenti toni stizziti di Ferrara, che sbotta: “Ma avete fatto un check in al pubblico? Qui ci sono tessere di partito di sinistra, militanza nell’Arci, è una cosa scandalosa: una trasmissione di destra e un pubblico di sinistra