Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, non deve fare i conti solo con l’inchiesta sulla coppa America che lo riguarda, ma anche con le indagini che coinvolgono due suoi assessori. A partire dal suo braccio destro, il vicesindaco Tommaso Sodano, che ha la delicata delega all’ambiente e lavora alla soluzione dell’intricata vicenda rifiuti. Sodano è indagato per abuso d’ufficio. Ora ha ricevuto un invito a comparire dai pubblici ministeri Ida Teresi e Danilo De Simone. La vicenda ruota intorno all’affidamento all’università di Bergamo senza gara di una consulenza per la campagna sul bollino blu, indagati nel procedimento anche la docente dell’università di Bergamo Maria Cristina Roscia e il dirigente comunale Giuseppe Pulli. Sotto accusa è finito l’incarico affidato alla professoressa (definita dalla stampa locale “persona a lui vicina”). Il vicesindaco – contattato da ilfattoquotidiano.it – ha deciso di non parlare fino a mercoledì, quando sarà sentito in procura. E’ stato lui a rendersi disponibile per fornire chiarimenti ai pm in merito alla vicenda. La difesa di Sodano sostiene che la soglia dell’affidamento avrebbe consentito di evitare la gara. L’avvocato Francesco Picca spiega: “Questa contestazione attiene a un solo incarico tra i diversi affidati dal medesimo provvedimento a più dipartimenti universitari, firmati dal funzionario comunale e non certo dall’assessore per importi che comunque non prevedevano l’indizione di una gara”. Nei confronti di Sodano il sindaco Luigi de Magistris ha espresso la massima fiducia.

Situazione ancor più delicata quella che riguarda l’assessore allo sport Pina Tommasielli, indagata per falso e truffa, nell’indagine condotta dall’aggiunto Giovanni Melillo, pm Ida Teresi, Maria Sepe, Danilo de Simone e Luigi Santulli. Tommasielli avrebbe fatto cancellare le multe per la violazione degli accessi alla ztl alla sorella e al cognato Franco Gaudieri, magistrato del Tar e sindaco di Villaricca. Sanzioni ammontanti a 94,50 euro. I vertici regionali dell’Idv campani, partito di appartenenza dell’assessora, le hanno chiesto un passo indietro. Il Pd ha invocato le dimissioni. Questa sera è previsto un faccia a faccia tra il sindaco Luigi de Magistris e Tommasielli. Da quello che trapela non dovrebbero esserci colpi di scena e la giunta non dovrebbe subire scossoni. L’assessore non si muove e non ha intenzione di dimettersi. Tommasielli finì già al centro delle cronache quando abbandonò un dibattito per la presenza dell’allora consigliera regionale Nicole Minetti. Allora andò via, oggi invece proclama la sua estraneità ai fatti. Tommasielli mercoledì sarà sentita in procura, stesso giorno di convocazione anche per il vicesindaco che dovrà fornire spiegazioni sulla vicenda che lo riguarda.