“Spesso ci si scorda dell’educazione”. Risponde così il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, a chi le chiede un commento sull’ennesimo attacco alla magistratura da parte del Pdl. “Si può dire che un giudice è cretino e incompetente”, aveva detto ieri Daniela Santanchè ospite di Lucia Annunziata a ‘In mezz’ora’, su Rai3. Il ministro, a Milano per un convegno in Tribunale sul processo civile telematico, ha esortato a “esprimere le proprie idee con più civiltà, senza dimenticare il rispetto delle persone e delle istituzioni”. La visita del Guardasigilli arriva ad appena una settimana dalla sentenza Ruby a Berlusconi e oggi ad ascoltare la Cancellieri c’era anche il pm Ilda Boccassini. “Solidarietà ai giudici”- dichiara il ministro – “ma soprattutto ascolto e impegno per dare loro soluzioni concrete ai tanti problemi”. Mentre sulla riforma della giustizia, la Cancellieri distingue sulle priorità: “La separazione delle carriere dei magistrati non è un obiettivo del governo”, risponde a chi sottolinea la pressione del Pdl sul tema. E ancora: “Lavoriamo per una giustizia più veloce ed efficiente, anche in una prospettiva europea, di fronte alla quale dobbiamo dimostrare di essere un paese moderno”  di Franz Baraggino