Ruby? E’ una ragazza emigrata di una povera famiglia islamica. La sinistra dovrebbe abbracciarla e aiutarla, anziché dire che è una puttana“. Così Anselma Dell’Olio, moglie di Giuliano Ferrara, si esprime sulla ragazza marocchina in una torrenziale intervista rilasciata a “La Zanzara”, su Radio24. La giornalista, che ha affiancato il marito nella manifestazione “Siamo tutti puttane” a sostegno del Cavaliere, difende con veemenza Berlusconi. “Lui è un uomo generoso, le sue cene erano davvero eleganti” – afferma -“Ruby rappresenta quegli immigrati in difficoltà che la sinistra a parole dice di difendere. Però ora è utile attaccare Berlusconi” – continua – “e quindi la ragazza viene trattata da puttana. Ma è pieno di donne di sinistra che scopano i parrucconi per vedersi pubblicati i libri“. E aggiunge: “Meglio le olgettine di chi, ad esempio, ha una storia con un dirigente di partito sposato con figli, si fa scopare e viene mandata come numero nelle piazze o a fare le fotocopie“. La Dell’Olio spiega: “Queste donne di sinistra sono sceme, scopano gratis. Ma guai a toccare i maschi loro, si incazzano. Conosco quel mondo, io vengo dalla sinistra, che ora odio e sono scappata per lo schifo che c’è, per la loro ipocrisia”. La moglie del direttore de “Il Foglio” dà una sua personale descrizione delle “olgettine”: “Sono donne che non indossano zoccoli e gonne a fiori, preferiscono gli abiti aderenti magari con lo spacco, si truccano e vanno a cena da Berlusconi. Si divertono e si fanno aiutare, dov’è il problema?”. E osserva: “Berlusconi è molto ‘regalino’. Anche a me ha fatto tanti regali, ricaverei un bel gruzzoletto se li portassi al Monte di pietà“. La Dell’Olio poi rivela: “Marco Travaglio diverte me e Giuliano tantissimo. Mio marito ogni mattina ride molto, quando lo sento ridere è perché legge Travaglio, lo fa sempre. Non si perde mai “Il Fatto Quotidiano”“. E sottolinea: “Meno male che Travaglio c’è. Quando chiama mio marito “Platinette barbuto”, fa crescere il mito di Giuliano”. Non manca una menzione di Ilda Boccassini: “Non è molto forte in italiano. Ha fatto contro Berlusconi una requisitoria lunga sei ore, quindi non aveva nulla in mano. E’ gente fissata col pisello di Berlusconidi Gisella Ruccia