Cresce l’astensionismo in tutta Italia. Alle ore 22 l’affluenza dei votanti per eleggere il sindaco di Roma, come rende noto il Viminale, è pari al 32,3%, in flessione rispetto al 37,7 del primo turno. Mentre considerando tutti i Comuni italiani dove si vota per i ballottaggi, alle 22 è andato a votare il 33,87% degli elettori, in calo dal 42,38% del primo turno. L’affluenza definitiva al ballottaggio del 2008, nella Capitale, era stata del 63.12%, contro il 73.66% del primo turno.

A seguito della prima votazione del 26 e 27 maggio scorso, nei Comuni delle regioni a statuto ordinario e della Regione Sardegna si sta votando il turno di ballottaggio per l’elezione dei sindaci di 67 Comuni, di cui 11 capoluoghi di provincia: Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Roma, Siena, Treviso e Viterbo.

”Spero in un’affluenza altissima. Io ho fiducia nella democrazia”, ha detto il candidato a sindaco di Roma per il centrosinistra, Ignazio Marino, dopo aver votato al ballottaggio nel suo seggio elettorale in via Gesù e Maria nel centro della capitale. E ha aggiunto: “I cittadini devono capire che questa è una sfida importante per Roma e non disertino le urne. Speriamo che vadano a votare in molti”.

Intanto a Napoli, sui muri del rione “Salicelle” di Afragola, nella notte qualcuno ha imbrattato i muri, in più punti, intimando ai cittadini di non votare e minacciando di bruciare le auto in caso contrario. Le scritte sono state immediatamente cancellate dagli operai del Comune di Afragola. Sono in corso le indagini da parte della Polizia.

Mentre a Roma una nota del Comitato di Ignazio Marino denuncia “segnalazioni di interruzione del silenzio elettorale, arrivate da vari elettori: telefonate a casa a nome di sedicenti appartenenti al comitato Alemanno con richiesta di voto e un autobus privato in via Ostiense, angolo via Porto Fluviale, con scritta a caratteri cubitali ‘vota Alemanno‘, infine un tifoso laziale dai microfoni di Radio6 ha lanciato un appello in favore del voto al sindaco uscente. Una violazione delle regole che segnaleremo subito alla Prefettura”.

Il turno di ballottaggio interessa un corpo elettorale di 4.485.637 elettori, di cui 2.128.464 maschi e 2.357.173 femmine. Le sezioni elettorali sono 5.074. Si vota oggi, domenica 10 giugno, dalle ore 8 alle ore 22 e domani, lunedì 11, dalle ore 7 alle ore 15. Lo scrutinio avrà inizio domani, al termine delle operazioni di voto e dopo il riscontro del numero dei votanti. Per il turno di ballottaggio si sceglie solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto, al primo turno, il maggior numero di voti e l’elettore vota tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto. I risultati delle operazioni elettorali saranno diffusi in tempo reale attraverso il sito del ministero dell’Interno.