Dopo il caso dei pianisti, le polemiche e la proposta del presidente del Senato Pietro Grasso di vietare le riprese tra senatori, i partiti vanno allo scontro. Secondo la senatrice, Pd, Rosa Maria Di Giorgi: “Giusto il divieto, sarebbe una cosa seria. Questa cosa di filmare, ma che ci sono le spie? Non siamo all’asilo, i grillini facciano le persone serie. Comunque devo dire la verità che il problema dei pianisti non l’ho mai verificato”. I senatori del Movimento 5 stelle sono profondamente contrari alla proposta Grasso. “ E’ una posizione stranissima – spiega Mario Michele Giarrusso – perché le sedute sono pubbliche e quindi tutti i cittadini possono vedere ciò che accade, il problema è che qualcuno non vuole vedere lo sconcio che c’è nell’aula”. Sulle ipotesi per evitare nuovi casi di pianisti, Augusto Minzolini, senatore Pdl spiega: “Una persona non può votare per un altro quando l’altro non c’è, su come fare emergere queste irregolarità ci sono modi e modi”. Secondo Nicola Morra, senatore grillino, si “potrebbe video-registrare la seduta e poi verificare il voto per evitare il caso dei pianisti”  di Nello Trocchia