Dopo gli scontri di martedì notte, quella appena passata a Istanbul è stata una notte di relativa calma. I manifestanti continuano a presidiare piazza Taksim, difesa oltre che da centinaia di persone, anche da una serie di vere e proprie barricate che difendono la piazza dall’arrivo della polizia. “Questa è la difesa di un territorio nostro, non c’è nessuna aggressione nei confronti della polizia. Ci stiamo solo difendendo”, dice un ragazzo in strada da giorni. “Erdogan – gli fa eco un compagno – non ha idea di cosa sia la democrazia, non gli importa dei diritti delle persone, pensa solo agli affari suoi e noi siamo stanchi”. Intanto, la tensione sale in vista del ritorno in città di Erdogan, previsto per domani   di Andrea Postiglione