Franca Rame con intelligenza, sensibilità, coscienza e tanta ironia,  si è sempre battuta per i diritti delle donne e di tutti. Esponendosi in prima persona ne ha anche pagato le conseguenze, ma mai si è arresa ed ha sempre espresso il proprio pensiero senza preoccuparsi dei potenti che, spesso hanno tentato di sbarrarle la strada.

Una donna capace di essere se stessa, pura ed integerrima senza interruzioni.

Ricorderò per sempre la mia emozione, quel giorno a casa sua, in cui mi aiutò a scrivere il testo per il finale del mio documentario.

Una giornata dedicata a me, una sconosciuta.

Non ci sono parole migliori per ringraziarla e per ricordarla, che con una parte del testo che scrisse quel giorno:

”Le donne guadagnano molto meno degli uomini e hanno molte difficoltà a fare carriera a meno che non abbiano giovinezza, seni tondi e sedere qua …sulle spalle. Qualche anima bella ci ha definite l’altra metà del cielo,  da parte mia non sentendomi l’altra metà del cielo non l’ho mai voluto tutto per me, noooo troppo grande. Penso, modestamente, che per cambiare questa società non basti essere la metà del cielo. E’ indispensabile non perdere mai la propria dignità, e pure il rispetto da parte di chiunque soprattutto dell’ uomo. 

Camminare mano nella mano del compagno, e magari se serve ogni tanto,  un calcetto nelle gengive e un bel bacino sul naso.”