Il miglior regalo per la Festa della mamma è salvare la vita a una di loro. Ogni giorno più di 443 donne nell’Africa subsahariana muoiono per dare alla luce un figlio: 162.000 all’anno (più dell’intera popolazione di Livorno), cui si aggiunge un milione di orfani. In 8 casi su 10 tutto questo è evitabile. A loro Amref (African medical and research foundation) dedica la Festa della mamma. Con la campagna “Stand up for african mothers”, entro il 2015 Amref vuole ridurre di un quarto la mortalità materna africana (la più alta al mondo: rappresenta il 56 per cento del totale), grazie alla formazione di 15.000 ostetrici, ognuno dei quali potrà assistere 500 pazienti.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Per contribuire alla causa basta scegliere dal sito un regalo solidale. Ad esempio con 30 euro si dona un kit per il parto, con 65 euro le visite pediatriche per un neonato e con 180 si contribuisce alla formazione di un ostetrico. Per ordinare i regali basta chiamare il numero verde 800282960. In cambio si ottiene un attestato o un pacco dono simbolico, da tenere per sé o far recapitare a una persona cara. L’iniziativa si rivolge anche alle aziende, che potrebbero farne omaggio ai dipendenti o ai clienti (tutti i dettagli al numero 06 99704653).

Nel 2012, grazie all’aiuto dei sostenitori, Amref ha già formato 2845 ostetrici e altri hanno iniziato il corso in 13 Paesi: dall’Angola al Burundi, dal Lesotho al Malawi, passando per Zambia e Rwanda. Le aree remote sono raggiunte dalle lezioni in e-learning sulla piattaforma Virtual training school, un vero centro di eccellenza per le scienze infermieristiche. Che gli ostetrici abbiano un ruolo chiave nel mettere la parola fine a quest’emergenza è chiaro: emorragie, infezioni, pressione sanguigna elevata, malaria o anemia sono tutti fattori controllabili.

Amref è una ong che dal 1957 opera in Africa nel campo socio sanitario e che oggi impiega circa 900 persone, il 97 per cento delle quali africane, per un totale di 140 progetti di sviluppo in cui sono coinvolti direttamente i sistemi sanitari locali. Nel 2013 è stata nominata terza ong più efficace al mondo nel settore medico sanitario nella classifica annuale di Global journal.