Poche decine gli studenti che ieri pomeriggio si sono ritrovati a Torino davanti alla sede del Consiglio regionale del Piemonte per protestare contro i tagli ai trasporti: il 50% di quello effetuato su gomma e il 30% di quello su rotaia. Un piccolo sit-in che ha comunque scatenato le ire dei consiglieri che uscivano da Palazzo Lascaris. Tra loro Augusta Montaruli che, eletta Pdl e recentemente passata con Fratelli d’Italia, mostra il dito medio ai manifestanti. La Montaruli, trentenne di spicco della destra torinese è indagata dalla procura di Torino, come un’altra cinquantina di suoi colleghi, per peculato. Sotto la lente degli inquirenti sono finiti i rimborsi che i consiglieri avrebbero chiesto ai gruppi: dalle cene alle borse di Louis Vuitton  di Stefano Rossini