Lo spoglio delle schede comincia domani 26 febbraio alle 14, ma i primi instant poll portano buone notizie alla coalizione di centrosinistra in Lazio, in grande affanno invece secondo i risultati nazionali. Secondo l’istituto Piepoli la coalizione si aggiudica il voto in Lazio col 35% rispetto al 30% del centrodestra. Nicola Zingaretti (Pd) batterebbe quindi Francesco Storace (La destra), raggiungendo il 52-54% mentre il suo diretto avversario si fermerebbe al 28-30%. Davide Barillari del Movimento 5 stelle raggiungerebbe il 7-9% mentre Giulia Bongiorno della Lista civica per Monti si assesterebbe tra il 4 e il 6%. Anche per l’istituto Tecnè il centrosinistra ha conquistato il Lazio con il 35% delle preferenze, seguito dal centrodestra al 30%, dal Movimento 5 Stelle al 18% e da Scelta civica per Monti al 10%. Rivoluzione civile è attestata al 3%. Altri all’1%. 

Diversa la situazione in Lombardia dove secondo l’instant poll dell’Istituto Piepoli per la Rai, Umberto Ambrosoli (centrosinistra) e Roberto Maroni (centrodestra), sarebbero entrambi in una forchetta tra il 42 ed il 44% mentre Gabriele Albertini (centro) tra il 6 e l’8%. Stessa ‘forchetta’ per Silvana Carcano (Movimento 5 stelle) mentre Carlo Maria Pinardi (altri) si attesterebbe tra lo 0 e l’1%.

Il dato sull’affluenza alle urne per le elezioni regionali relativa alla città di Roma fa registrare un aumento del 13,06% rispetto alle precedenti regionali del 2010. Secondo il dato riportato dal sito del Campidoglio relativo a 2.585 sezioni su 2.600 (99,42%), l’affluenza è stata pari al 69,56% contro il 56,50% del 2010. Secondo il sito del Viminale, il dato dell’affluenza relativo alla provincia di Roma (ancora non definitivo) è pari al 77,07%, +11,54% rispetto al 65,53% riscontrato nel 2010. Per quanto riguarda, invece, le elezioni politiche (Camera1), secondo il Campidoglio l’affluenza a Roma è stata pari al 77,56%. Alle politiche del 2008 era stata del 80,32%. Registrata una diminuzione del 2,76%. Secondo il Viminale, l’affluenza nella provincia di Roma sarebbe pari al 78,28%, in diminuzione del 4,13% rispetto al 82,41% delle precedenti elezioni politiche.

E’ stata del 74,6% (dato aggregato) l’affluenza alle urne per le regionali in corso in Lombardia, Lazio e Molise. Il dato omologo riferito alle precedenti elezioni era del 63,12, dunque l’aumento è stato di oltre 11 punti percentuali.