Il giornalista Oscar Giannino si dimette dalla presidenza di Fare per Fermare il Declino ma rimane candidato premier del partito che ha fatto del merito, della trasparenza e dell’onestà la sua bandiera, nonostante abbia mentito ripetutamente per anni su titoli di studio e meriti professionali che non ha mai avuto. La direzione nazionale di Fare accoglie le dimissioni e ribadisce di essere orgogliosa di averlo nelle proprie liste.

Fabio Scacciavillani – Candidato alla Camera e al consiglio regionale del Molise per Fare per Fermare il declino e capo economista del fondo di investimento sovrano dell’Oman a Isernia: “Giannino non potrà avere ruoli attivi in politica, dovrà fare il militante, credo che la dichiarazione della direzione nazionale sia un riconoscimento allo sforzo che, pur macchiato da questa vicenda, Oscar ha profuso in campagna elettorale e nella creazione del partito, però che Oscar abbia pagato a caro prezzo questa sua millanteria mi sembra sia indubbio”.