“Sarà importante per il prossimo governo mantenere la spinta sulle riforme“. La portavoce della Casa Bianca Caitilin Hayden ha le idee chiare sul prossimo governo alla vigilia dell’incontro nello Studio ovale tra il presidente Giorgio Napolitano e il presidente Barack Obama. Un incontro che avviene a poco più di una settimana dell’appuntamento elettorale in Italia: “Noi consideriamo queste elezioni molto importanti – ha dichiarato – l’Italia è uno dei nostri più stretti alleati e noi cerchiamo di mantenere questi stretti legami”.

E riguardo al governo uscente, la portavoce ha ribadito il profondo apprezzamento espresso più volte da Washington: “L’ Italia ha fatto grandi progressi con il primo ministro Monti che ha intrapreso riforme ambiziose per rafforzare l’economia e giocato un ruolo decisivo per risolvere la crisi dell’eurozona”. In particolare, viene sottolineato il fatto che il governo italiano ha intrapreso “passi cruciali per affrontare le sue sfide economiche, compreso un forte sforzo  fiscale per il risanamento del bilancio e riforme strutturali per rafforzare la competitività”. Per questo, secondo la portavoce di Obama, è importante che il prossimo governo faccia delle riforme “soprattutto sulle misure designate a ripristinare competitività e crescita“.

La considerazione della Casa Bianca“non mi imbarazza per niente, mi incoraggia e mi fa piacere”. Così Mario Monti, durante la registrazione di Telecamere, sottolineando che per Washington è importante che l’Italia non sia più nella “lista dei potenziali infiammatori dell’Eurozona”.

Monti incassa e porta a casa, ben felice. “Non mi imbarazza per niente, mi incoraggia e mi fa piacere – dice – Con il presidente Obama abbiamo sempre lavorato bene e in stretto raccordo nel rispetto dei reciproci ruoli. La Casa Bianca ha sempre apprezzato che in Italia si facessero due cose: tirare via l’Italia dalla lista dei potenziali infiammatori dell’Eurozona e, secondo, che l’Italia così, come altri Paesi, facesse passi avanti nel diventare un Paese più moderno nell’interesse degli italiani, non degli americani”.

La portavoce ha poi parlato dell’incontro del 15 febbraio definendolo “un’opportunità per il presidente Obama di ringraziare il presidente Napolitano per tutto quello che ha fatto. “I due leader discuteranno della stretta amicizia tra i nostri due paesi e i nostri sforzi comuni per promuovere stabilità e prosperità” ha detto. In particolare, sul fronte della sicurezza, si sottolinea “l’importante contributo” dato dall’Italia nel rafforzare le istituzioni di sicurezza nei paesi nordafricani: “Noi lavoriamo con l’Europa e con i nostri partner nordafricani per rafforzare le istituzioni della sicurezza nella regione e apprezziamo molto la cooperazione con l’Italia”.

Tornando alle prossime elezioni, la Hayden ha dichiarato che “il nuovo governo dovrà puntare a mantenere un ruolo cruciale in Europa in linea con quello che ha dimostrato di saper fare l’esecutivo guidato da Monti”. “Sarà molto importante per il prossimo governo mantenere questa spinta sulle riforme – ha concluso – e continuare a essere una voce di peso in Europa sulle politiche per la promozione della crescita e sulla creazione dei posti di lavoro“. Nonostante la crisi che sta attraversando il vecchio Continente, la Casa Bianca infatti considera l’Europa un partner di primo piano: “Noi riteniamo che vi sia un grande potenziale di reciproco beneficio nelle relazioni tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea – ha affermato la portavoce di Obama – ed è questo il motivo per cui il presidente degli Stati Uniti ha deciso di andare avanti nei negoziati per una partnership transatlantica in commercio e investimenti”.