Siamo abituati a gustarla nell’accompagnamento classico con la pizza. Invece la birra si sposa con un’ampia gamma di cibi, tra cui quelli crudi. La strana coppia birra–crudité è celebrata nell’ebook Cruda & Crudo di Edoardo Fraioli, che propone 30 abbinamenti “provati per voi” tra birre artigianali e altrettante crudità. Così scopriamo ad esempio che le Lager sono ottime per accompagnare i pesci crudi non troppo grassi, come le tartare di tonno e di pesce spada. E che i crostacei crudi conditi con un filo d’olio sono da provare con la bière blanche. Se sul piatto abbiamo invece un piatto di salmone, ordiniamo una Weizen.

La birra risulta dunque una buona compagna di tavola per molti piatti raw. Ecco ad esempio un abbinamento riportato nel primo capitolo (che potete scaricare qui): con la “Tartare di spigola con pesche, semi di finocchietto, aneto e pepe rosa” le birre proposte sonoLemon Ale (5,5%), La Trappe Witte Trappist (5,5%), Saison d’erpe-mere (6,5%).

Si merita il primo posto la Trappe Witte Trappist, birra olandese non filtrata e rifermentata in bottiglia. Da provare, scrivono, anche con un battuto di filetto.

Questo era solo un esempio, ma nel libro si incontrano gli abbinamenti più disparati, da una tartare di pesca adagiata su una fetta di bufala abbinata con una birra belga a tripla fermentazione a un carpaccio di manzo accompagnato da una birra Pils. Questo agile volume non è un ricettario né una guida alla migliore birra da acquistare, ma un invito a sperimentare. L’idea ci piace, perché dunque la prossima volta al ristorante non proviamo a mettere da parte la lista dei vini, e a ordinare una “bionda” per accompagnare il nostro sushi o la nostra tartare di carne?

www.puntarellarossa.it