Il prossimo 18 dicembre compirà tre mesi, eppure il quotidiano Pubblico sembra essere già avviato sulla strada della chiusura. La notizia compare sul sito del giornale fondato e diretto da Luca Telese. Qui oggi è stato pubblicato un comunicato dell’assemblea dei redattori che annuncia la grave situazione in cui si trova la testata: “L’azienda – si legge – con una tempistica inaccettabile, ci ha comunicato che la tenuta economica è grave al punto da palesare già nei prossimi giorni uno scenario di messa in liquidazione della Pubblico edizioni srl. E tutt’ora non abbiamo nessuna certezza né garanzia su cosa verrà dopo”.

Ma i redattori non ci stanno: “Non accettiamo di essere liquidati in modo così brutale. Qualsiasi decisione dovrà avvenire nel confronto con la redazione e le rappresentanze sindacali, facciamo appello al senso di responsabilità di tutti. Dell’amministratore delegato di questo giornale Tommaso Tessarolo, del direttore Luca Telese. Davanti abbiamo mesi cruciali e una campagna elettorale decisiva per il futuro del Paese – concludono – . Ai lettori chiediamo di sostenerci scegliendo questo giornale ogni giorno”. E annunciano uno sciopero per cui il sito di Pubblico il 16 dicembre non viene aggiornato e il 17 non si troverà in edicola. “Scioperiamo in difesa del nostro lavoro, di queste pagine e della possibilità di continuare a scriverle, senza perdere diritti e dignità”.