No all’austerity dei banchieri, alla riforma Profumo, al Ddl Aprea, sì alla scuola pubblica: “Vogliamo riprenderci il futuro e lo vogliamo subito”. Migliaia di studenti medi e universitari, ricercatori, precari hanno sfilato questa mattina a Napoli. Una manifestazione imponente e pacifica, alla quale ha partecipato anche una delegazione degli operai Fiom della Fiat di Pomigliano d’Arco. Al termine del corteo, i manifestanti hanno occupato simbolicamente il Castel dell’Ovo, dal cui terrazzo hanno calato uno striscione con la scritta: “Cultura vs Austerity”  di Andrea Postiglione