Le statistiche lo danno sotto Pierluigi Bersani alle primarie del centrosinistra, ma competitivo per la corsa finale a palazzo Chigi. Per Matteo Renzi (Pd) pare più difficile vincere la corsa per la leadership del centrosinistra che le politiche. Tutto dipenderà da quante persone esterne all’area tradizionale del Pd riuscirà a motivare in vista del 25 novembre. In caso di sconfitta, il sindaco di Firenze ha promesso di non farsi coinvolgere nel gruppo dirigente del partito o al governo. Ma se vincesse lui, cosa potrebbe capitare? Rispondete al nostro sondaggio  di Piero Ricca, riprese e montaggio di Niccolò Brindasso