In attesa delle sue dimissioni, il Consiglio provinciale di Napoli ha dichiarato decaduto il presidente della Provincia Luigi Cesaro, causa incompatibilità dei due ruoli che riveste. Cesaro è, infatti, anche parlamentare e nei giorni scorsi aveva annunciato la volontà di dimettersi per potersi candidare anche alle prossime elezioni. Ma perché solo ora il Consiglio provinciale di Napoli si è accorto dell’incompatibilità di Cesaro, deputato da prima di essere eletto presidente? Semplice: le sue dimissioni avrebbero portato allo scioglimento automatico dell’Aula e al commissariamento della Provincia. Con il voto di oggi, invece, la guida della Giunta provinciale passa automaticamente al vicepresidente della Provincia e tutti gli assessori e consiglieri restano in carica fino al dicembre del 2013. Con annesse indennità per la Giunta e gettoni di presenza per l’assemblea e per le commissioni consiliari  di Andrea Postiglione