Questa mattina tre lavoratori sono saliti sul tetto di uno stabilimento industriale della ex-Viberti a Torino. L’azienda, ora parte del consorzio Cir, produce da oltre 40 anni rimorchi autobus, da due anni i 105 dipendenti sono in cassa integrazione. “Questa era la Fiat di Nichelino” spiega Citriniti, sindacalista Fiom “ai tempi d’oro lavoravano qui più di mille dipendenti”. Ora gli investitori sono molto più interessati all’area per la realizzazione di un centro commerciale, che al rilancio delle attività produttive. La proprietà., con il beneplacito del Comune, ha concluso un accordo con la catena di supermercati Auchan, che vorrebbe realizzare qui un ipermercato per un area superiore ai 300mila mq. I dipendenti sul tetto rispondono: “L’importante è che arrivi il lavoro, ma per l’Auchan ci vorranno 3-4 anni. Cosa dovremmo fare noi in questo tempo?”  di Cosimo Caridi