“In questo periodo sto girando l’Italia e quello che emerge non è certo incoraggiante. Non incita affatto all’ottimismo”. A scattare la fotografia dell’economia italiana è il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenuto questa mattina a Roma durante la presentazione del rapporto di Federprogetti, la federazione delle imprese di impiantistica. Interrogato da ilfattoquotidiano.it sul decreto sviluppo bis, approvato ieri dal Consiglio dei ministri, il numero uno degli industriali ha detto: “Non so se basta per tornare a crescere. L’impressione è che bisogna andare avanti e fare ancora di più”. Per Confindustria il pacchetto di misure varate rileva ”limiti evidenti nella norma sul credito di imposta per le opere strategiche”. Ma gli industriali chiedono anche di ridurre la pressione fiscale in Italia. “Basta con nuove tasse, gli italiani sono al limite della sopportazione”, tuona Squinzi  di Manolo Lanaro