“La richiesta di rinvio a giudizio per falso ideologico a carico di Vasco Errani pone inevitabilmente un problema di opportunità e di credibilità politica per l’attuale presidente della Regione”. E’ quanto afferma in una nota il gruppo della Lega Nord che siede nell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna. “In un momento così delicato – proseguono i consiglieri del Carroccio – in cui Errani è chiamato anche a gestire l’emergenza terremoto, è inammissibile che possa rimanere dov’è, viste le pesanti accuse che gravano su di lui”.

La Lega Nord chiede pertanto di “andare al voto” e al presidente Errani “di riferire al più presto in aula sulla sua vicenda, invece di giocare a nascondino come ha fatto nei due giorni di consiglio terminati ieri”. “Fermo restando la presunzione di innocenza e la fiducia nell’operato della magistratura, la vicenda Terremerse ha creato più di un imbarazzo” sostiene il Carroccio, ricordando che “la Regione ha gia’ deciso di agire e di chiedere la restituzione del finanziamento di 1 milione dato a Terremerse, piu’ altri 353 mila euro a titolo di interessi”. “In queste condizioni non si può andare avanti: dimissioni subito”, conclude la Lega.