“Le parole di Grillo nei confronti di Rosy Bindi sono indecenti: sono il segno di un maschilismo e di una volgarità di cui pensavamo avesse dato miglior prova Berlusconi, ma evidentemente al peggio non c’è limite”. Pier Luigi Bersani ha bollato così il passaggio sul presidente del Pd nel post che il leader 5Stelle ha pubblicato sul suo blog, in difesa al diritto per gli omosessuali di sposarsi. Infatti si era rivolto alla Bindi, tra i ‘responsabili’ della spaccatura sulle unioni omosessuali emersa nel corso dell’assemblea, scrivendo: “Lei problemi di convivenza con il vero amore non ne ha probabilmente mai avuti. Vade retro Satana. Niente sesso, siamo pidimenoellini”.

Fra i democratici è intervenuta anche Livia Turco, che ha definito “stomachevole” il suo attacco. La parlamentare ha continuato: “Quando si arriva ad aggredire volgarmente la sfera personale, si dimostra prima di tutto il vuoto e il cinismo di chi lo fa. Poi, si esprime la peggiore politica di chi calpesta anche il minimo senso della dignità e del rispetto”. Al coro delle critiche si è unito anche il direttore del Foglio Giuliano Ferrara ha scritto su twitter: “La dichiarazione da puttaniere su Rosy Bindi dimostra che Grillo ha un pisello piccolissimo”.