LA PICCOLA RAI DEGLI ORRORI

1 – Avete visto il nuovo look di Giovanni Masotti, corrispondente Rai da Mosca e in questi giorni a Kiev per raccontare gli Europei 2012? Ebbene, l’uomo che da Londra raccontò per il Tg1 di Minzolini la toccante storia del gatto obeso, mostra orgoglioso una chioma fluente in perfetto stile tamarro dell’Europa dell’Est, con annesso giubbotto di pelle nera. Ieri sera ha raccontato la storia di Yulia Tymoshenko, leader dell’opposizione condannata a sette anni di galera e che ha subito maltrattamenti in cella. Pare che la Tymoshenko, dopo aver visto Masotti appostato fuori dall’ospedale, abbia chiesto per se stessa l’ergastolo, scambiandolo per uno scagnozzo di Yanukovich. O di Minzolini, che è peggio.

2 – A Casa Azzurri ieri sera c’era nientepopodimenoche Umberto Tozzi, presentato da Amedeo Goria manco fosse Mick Jagger. Il cantante di Gloria e Ti amo era lì per un imperdibile concerto, scelto tra mille a rappresentare il meglio dell’eccellenza italiana. Peccato che Leone Di Lernia fosse già impegnato. 

3 – Il governo italiano ha deciso le iniziative per la prossima giornata mondiale del risparmio energetico: verranno spenti per un’ora il Colosseo, il Duomo di Milano e Paola Ferrari. 

SOGNI E BISOGNI

Nella notte, centinaia di migliaia di ucraini residenti in Italia hanno festeggiato la vittoria della loro squadra. Nella notte, centinaia di migliaia di anziani italiani non hanno trovato nessuno che gli portasse il pappagallo a letto. 

PIOVE SUL BAGNATO

Secondo molti osservatori, una vittoria all’Europeo farebbe bene alle economie disastrate di Grecia, Spagna, Italia, Portogallo, Irlanda. Scommettiamo che vince la Germania? Su rigore, magari. 

SOLUZIONE RADICALI

La Fornero ha finalmente deciso come risolvere il problema dei 320mila esodati randagi. Ci penseranno gli ucraini.

CORSI E RICORSI

Oggi si incontrano Polonia e Russia. I russi si accontenteranno di metà del bottino. L’altra metà l’hanno promessa alla Germania.