Caldo estivo, musica a cielo aperto e voglia di stare insieme. Ma anche di riflettere su temi che non passano mai di moda: la mafia, la giustizia, i diritti. La festa nazionale de Il Fatto Quotidiano al circolo Arci Fuori Orario è cominciata nel migliore dei modi. Centinaia di persone sono arrivate a Taneto di Gattatico, tra Reggio Emilia e Parma, per partecipare alla tre giorni dedicata a “Mani Pulite: vent’anni e non sentirli!”.

Ad aprire la serata il saluto del direttore Antonio Padellaro (guarda il video), che ha ricordato l’importanza dell’Emilia, “terra di trasformazione politica, come abbiamo visto dalle elezioni a Parma, ma anche di tragedia per il recente terremoto che ha colpito la zona”. Poi il dialogo con Michele Emiliano, sindaco di Bari e ideatore della Lista civica nazionale, e Maurizio Landini, segretario generale della Fiom-Cgil. A condire la serata il ritmo di Marracash e Clementino; l’aria è di festa, ma il pensiero vola a pochi chilometri da Taneto, alle popolazioni straziate dal terremoto, a cui andrà il ricavato dell’evento.

Oggi il programma continua dalle 16 con numerosi ospiti, dallo scrittore Paolo Nori al sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Nel pomeriggio la presentazione del dvd “In libero Stato” condotta dal direttore de Il Misfatto Stefano Disegni e grande attesa in serata per l’incontro tra il vicedirettore Marco Travaglio e Antonio Di Pietro.

Il gran finale sarà affidato alla musica con il cd Anestesia Totale con Valentino Corvino, Luca Madonia, Paola Turci e Simone Cristicchi, e infine il concerto di Schegge Sparse.

 da Il Fatto Quotidiano del 9 giugno 2012